Menu

IL PANDORO

PANDORO CON IL BIMBY

 


Consiglio: Leggere bene la ricetta e preparare tutti gli ingredienti pesati, poi procedere.

INGREDIENTI: 450 gr Farina Manitoba 150 gr lievito madre 200 gr Zucchero 2 Uova intere (di cui 1 freddo di frigo) 3 Tuorli d'Uovo (di cui 1 freddo di frigo) 200 gr Burro freddo di frigo 1/2 cucchiaino essenza di Vaniglia o l'interno della bacca 1 cucchiaino scarso Sale 80 gr Acqua tiepida

PROCEDIMENTO: Si inizia con il Lievitino: Inserire nel boccale 150 gr di lievito, 80 gr. di acqua, 10 gr. di Zucchero: 1 min. 37° vel.2/3. Aggiungere 1 Tuorlo e 50 gr. di Farina: 30 sec. vel. 4. Lasciar lievitare fino al raddoppio dell'impasto (circa un’ora ma il tempo è orientativo) nel boccale.


Si passa poi al Primo impasto:
Versare nel boccale e aggiungere 1 uovo intero, 1 tuorlo, 30 gr. di burro a fettine, 60 gr. di zucchero e 200 gr. di farina: 30 sec. vel. 4 e 2 Min. Vel. Spiga. Lasciar lievitare fino al raddoppio dell'impasto nel boccale (circa due ore ma il tempo è orientativo). Quando è raddoppiato mettere il boccale con l'impasto 20-30 min in frigo.

Si passa al Secondo impasto: Sgonfiare l'impasto: 2 sec. vel. Spiga, quindi inserire: 1 uovo intero e 1 tuorlo freddi di frigo, 130 gr. di zucchero, la Vaniglia, 200 gr. di farina, un cucchiaino scarso di sale: 2 min. vel. Spiga.


Poi impostare 2 min 30 sec vel Spiga e, mentre impasta, inserire dal foro del coperchio, una fettina per volta, i 170 gr. di burro freddo residuo, facendo ben attenzione che ogni fettina vada a lato della palla di impasto e che sia assorbito senza disgregare l'impasto (questa è la cosa più delicata e potrebbe volerci più tempo).


Poi, finito di inserire il burro, staccare con la spatola l'impasto dal boccale, inserire POCA farina tutt'intorno e impastare ancora: 2:30 min. vel. Spiga. Deve venire un impasto liscio e omogeneo.


Versare l'impasto sul piano di lavoro leggermente imburrato e con le dita imburrate allargarlo rettangolare e piegarlo in tre (come un depliant) e poi di nuovo in tre ma dall'altro verso, formando come una palla, lasciarlo riposare circa mezz'ora coperto (con ciotola rovesciata o cellophane), spianare e fare di nuovo le pieghe. Verrà una sorta di palla. Rovesciare l'impasto e, con l'apertura sotto, fare la pirlatura.





Nel frattempo imburrare uno stampo da pandoro, mettere l'impasto nello stampo, con la parte liscia sopra, e lasciar lievitare finché arriva al bordo dello stampo (circa 15 ore) in un posto che non sia caldo, ma nemmeno soggetto a correnti d'aria o sbalzi di temperatura (dentro al forno spento è l'ideale). Se dopo 4-5 ore non si è mosso accendere la lucetta del forno.



Quando è arrivato al bordo cuocere sulla griglia più bassa del forno (statico) coperto con un foglio di carta da forno per non farlo bruciare sopra, a 180°(io 200°) per 10 min. e poi 170° (io 180°) per 40 min. circa (attenzione regolarsi con il proprio forno, ogni forno cuoce in modo diverso). Lasciare ancora una decina di minuti in forno spento e poi sfornare. Togliere dallo stampo quando è freddo o tiepido.   



Viene un Pandoro da circa un chilo ed è molto buono!
Non lasciarsi impressionare dai tempi, che sono già ristretti considerando la tipologia del dolce, ma meno di così va a discapito della bontà e della sofficità.
Basta organizzarsi.
Si può iniziare la mattina non oltre le 8 per cuocerlo la sera dopo ( io ho fatto così). Non fare modifiche di nessun genere agli ingredienti, la farina deve essere Manitoba (la uso pochissimo ma qui era necessaria), il burro non si può sostituire con la margarina, le uova devono essere da 50/60 gr, non più piccole. Buon lavoro!!!

questo il risultato finale

Vist e non vist!!
addò ten'n i uecchij ten'n i mn!!

Un breve video per far vedere la morbidezza del Pandoro ...


Nessun commento:

Posta un commento